Home Tutto sul Truck Impromart, intervista a Ciro Martone

Impromart, intervista a Ciro Martone

7 Minuti di lettura
0
0
105
Impromart

IMPROMART

3Un’ampio piazzale, una struttura imponente che dimostra spiccatamente tutta la sua modernità e un’area riparazioni che più che un’officina pare somigliare ad una sala operatoria per ordine e pulizia, sono gli elementi che rendono suggestivo l’impatto che si ha quando si entra nella sede della IMPROMART, dove siamo stati accolti per intervistare Ciro Martone, responsabile marketing e braccio destro del padre Matteo, titolare dell’azienda.

Martone, non posso che chiederle subito della vostra sistemazione davvero molto affascinante.

Grazie, effettivamente lavoriamo in una struttura molto grande ed anche di recente costruzione. Siamo infatti qui dal 2015, anno dell’apertura della concessionaria, in un capannone nuovissimo che abbiamo provveduto a rendere anche molto funzionale. E’ un edificio di circa 1500m2 che si sviluppa su tre livelli, con due grandi piazzali esterni che permettono il carico e lo scarico delle merci, l’accoglienza dei clienti, oltre che chiaramente il posteggio e l’esposizione dei mezzi della concessionaria. All’interno ci sono poi l’accettazione, l’officina e ai piani superiori gli uffici.

Immagino che non sia stato sempre tutto così grande.

Assolutamente, quando mio padre creò l’impresa era davvero molto diversa. Parliamo del 1976 e a quel tempo si occupava soltanto di riparazioni e dei mezzi più vari. Col tempo ci siamo specializzati nell’assistenza per i mezzi pesanti sino a diventare nel ’96 officina autorizzate BredaMenarinibus e poi l’anno successivo MAN. Con MAN in particolare è nato un sodalizio molto fruttuoso, che ci ha portato nel 2015 a diventarne anche concessionario per la vendita dei veicoli. Così ci siamo spostati in questa nuova sede dove abbiamo inaugurato anche lo showroom. Oggi abbiamo 33 dipendenti e puntiamo a crescere già nell’immediato futuro.

In che modo?

2L’ambizione è quella di entrare nel mercato dell’usato in maniera stabile e competitiva. Per una concessionaria di buone dimensioni è uno sbocco quasi naturale, lavorando anche con le permute, di conseguenza l’espansione in questo ramo è qualcosa a cui pensiamo. Avremmo già individuato l’area su cui poterci stanziare, ma bisognerà ottenere i permessi: più facile a dirsi che a farsi.

Come mai?

Beh a volte confrontarsi con la burocrazia è piuttosto ostico, pare quasi che si remi contro chi cerca di creare lavoro e opportunità sul territorio. Un paradosso per una realtà come la nostra che produce proprio qui, in una zona avida di lavoro. Lavorare col pubblico non è semplice, anche quando si ha a che fare con gli enti di trasporto locali, a volte per ottenere i pagamenti per le forniture ci possono volere parecchi mesi.

Una bella rogna, ci auguriamo che il rapporto lavorativo con Cema sia più agevole.

I rapporti con la CEMA sono molto buoni. Lavoriamo bene perchè gli agenti che ci curano sono persone molto attente e possono contare su un magazzino molto ben fornito, riuscendo a soddisfare le nostre richieste con immediatezza. Da parte nostra penso che si possa continuare a collaborare con la CEMA ancora per un tempo lungo.

La speranza è certamente reciproca. Concludendo, mi può dire due aspetti che caratterizzano il vostro lavoro in azienda?

Di certo la formazione professionale che non può mai mancare. Oggi la figura del meccanico si è trasformata in quella di un tecnico fortemente specializzato. Il cosiddetto “meccatronico” non deve solo saper1 agire sul veicolo, ma su tutta una serie di strumentazioni che servono a capire e risolvere i problemi che il cliente gli pone. Da questo punto di vista la sfida con l’elettronica è qualcosa che ci ha sicuramente stimolati a dare di più e che oggi ci ha resi dei professionisti migliori. L’altro aspetto che mi preme ricordare è sicuramente l’attenzione particolare che IMPROMART offre ai compratori nella vendita dei mezzi. Cerchiamo sempre di dare un valore aggiunto al veicolo che vendiamo, accessoriandolo con degli optional, in modo tale da creare nel cliente un po’ di stupore, donandogli una piccola soddisfazione che possa renderlo maggiormente appagato.



Budge partner Centro ricambi Cema s.p.a.

Sommario
Impromart, intervista a Ciro Martone
Nome articolo
Impromart, intervista a Ciro Martone
Descrizione
Un’ampio piazzale, una struttura imponente e un’area riparazioni che più che un’officina pare somigliare ad una sala operatoria. Questa è Impromart.
Autore
Nome Editore
Cemag
Logo Editore

Mostra ulteriori articoli correlati
Mostra di più By Flavio Russo
Mostra di più in Tutto sul Truck

Lascia un commento

L\'indirizzo email non verrà pubblicato.i campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliamo anche

Lukoil, un anno di grandi successi

Lukoil, un grande evento per celebrare un percorso.   Lukoil, un grande evento per ce…